ATLETI PARALIMPICI  PROMUOVONO IL PARACICLISMO NEL SALENTO  IN HANDBIKE, TANDEM, MTB, TRICICLO

ATLETI PARALIMPICI  AFFRONTERANNO 200 Km

PROMUOVENDO IL PARACICLISMO NEL SALENTO

 IN HANDBIKE, TANDEM, MTB, TRICICLO

Si svolgerà Domenica 7 aprile insieme alla “Randonnée della Penisola Salentina” una manifestazione ciclistica promossa da “Audaxitalia”, organizzata dall’ADS “DominaSud” di Lecce, per il secondo anno consecutivo. Una manifestazione che lo scorso anno 2018 ha coinvolto circa 150 ciclisti da 9 regioni Italiane.  Spirito della manifestazione, oltre all’aspetto puramente agonistico, è quello di esaltare la bellezza e il fascino delle due ruote in uno scenario mozzafiato del Salento, da attraversare senza l’assillo di tempi e classifica.

L’ASD MOLLARE MAI di Adriano Bolognese, parteciperà con i loro atleti disabili a questa fantastica manifestazione per:

PROMUOVE PER LA PRIMA VOLTA IL PARACICLISMO NEL SALENTO

e comunicare ai diversamente abili l’opportunità di darsi un obiettivo nella vita, nella consapevolezza che TUTTI POSSONO ED OGNUNO PUO’. Vuole essere di esempio e testimoniare che tutti possono raggiungere grandi vette abbattendo con coraggio e determinazione i propri limiti fisici e le barriere architettoniche sociali.

La disciplina del randonneurs è nata in Francia nei primi anni del novecento nell’ambiente del Grand Fondo. Dal 1998, quando questa formula è stata portata in Italia, ha saputo coinvolgere migliaia di appassionati su tutto il territorio nazionale, grazie ad uno spirito sportivo genuino che favorisce l’aggregazione spontanea fra ciclisti senza l’assillo del cronometro. Il Randonneuring è uno sport di lunga distanza in bicicletta, dove i partecipanti affrontano percorsi di 200 Km o più, passando attraverso “controlli” predeterminati (checkpoint).

I corridori mirano a completare il percorso entro limiti di tempo stabiliti e ricevono un riconoscimento (brevetto) indipendentemente dal loro ordine di arrivo.

La partenza per la Randonnèe della Penisola Salentina è prevista a San Cataldo. Da San Cataldo si attraverserà il centro di Lecce in direzione di Sant’Isidoro per poi scendere verso sud attraversando il litorale Jonico in direzione Gallipoli, Ugento e finire alla punta del Salento: Santa Maria di Leuca. Da qui si continuerà percorrendo il litorale Adriatico, salendo verso nord passando da Tricase, Castro, Santa Cesarea, Otranto, Torre Dell’Orso, sino a giungere a San Cataldo e concludere così con più di 200 Km.

Qui la mappa dell’evento: https://www.openrunner.com/r/8409049

Prenderanno parte alla manifestazione 9 atleti paralimpici. Uomini che hanno avuto la forza, la determinazione ed il coraggio di affrontare un destino avverso e di sconfiggerlo. Uomini che hanno superato la loro disabilità, capaci di abbattere barriere culturali e di mostrare le proprie abilità.

PARTECIPERA’ L’ASSOCIAZIONE “ASD MOLLARE MAI” di Adriano Bolognese ex campione Italiano di MTB che in seguito alla sua disabilità paraplegico correrà in (Handbike) insieme a Vincenzo De Pascalis, Andrea Quarta ed Angelo Rammazzo; Pierluigi Maggio amputato transtibiale correrà in (MTB); Marco Castellano e Fernando Rollo faranno da guida a Stefano Petranca non vedente correrà in (Tandem); 

 

Il Paraciclismo, introdotto come sport paralimpico a Seul 1988, è una disciplina sportiva sviluppata da ciclisti non vedenti che per primi hanno gareggiato con biciclette tandem. Con il tempo questo sport si è evoluto andando a coinvolgere diversi tipi di disabilità, classificate all’interno di specifiche categorie funzionali. Ad oggi infatti oltre ai non vedenti possono avere accesso al Paraciclismo atleti con paralisi cerebrale, amputazioni ed altre alterazioni fisiche.

Gli atleti gareggiano su biciclette, tricicli, biciclette tandem o handbike in base alle caratteristiche ed al grado della loro disabilità: mentre i non vedenti gareggiano su tandem, gli atleti con handicap fisici corrono su biciclette modificate. Le handbike sono invece riservate a disabili in sedia a rotelle.

Gli atleti paralimpici rappresentano un movimento in continua crescita ed espansione. Un movimento, quello sportivo, che più di ogni altro ha contribuito all’emancipazione e all’integrazione sociale delle persone disabili.

 

Contribuiscono all’aiuto dell’ ASD MOLLARE MAI, per questa manifestazione:

Agenzia Eventi Tour Event Italiaper la divulgazione e il marketing dell’evento, Azienda centro ortopedia protesi Colellacontributo sponsor, Azienda ausiliari guida e trasporto per disabili Autofficina Serinelliper la disponibilità sua e del furgone che ci seguirà per tutto il tragitto, Powar Service per le riprese Drone, Tipografia Print Service per le stampe, ASD Dominasud per la partecipazione all’evento, Zen Shin di Antonio Buono per gli allenamenti sostenuti, Adriano Morelli istruttore e preparatore atletico,  Dott. Rizzo Roberto Nutrizionista, Farmacia Tronci per la parte di integrazione, Audax Italia, Fernando Rollo e Marco Castellano per gli allenamenti di Stefano Petranca, ASD Mondo Sport, ASD Martano, ASD San Giorgio Serrano, US Acli Puglia, Claudia Guido per il manifesto, Mulino Maggio Poggiardo.

 

 

 

 

 

Scritto da Claudia Guido e Pierluigi Maggio

ASD Mollare mai presente ai mercatini di natale per il sostegno dei disabili nella provincia di Lecce

L’associazione “asd Mollare mai di Serrano” conclude con successo il tour 2018 dei mercatini Salentini di natale nella provincia di Lecce, per raccogliere donazioni ed iscrizioni e farsi conoscere nella provincia di Lecce per il sostegno dei disabili.

Siamo stati presenti in diversi paesi: Cursi, Martano, Corigliano D’Otranto, Castrignano dei Greci, Galatina.

Ci hanno sostenuto diversi sponsor tra cui: Tesoretto Poggiardo – Forno Causio Serrano – Mulino Maggio Poggiardo – Gold Barley Muro Leccese – Cooperativa Sangiorgio e tanti altri… 

 

IL NOSTRO ARTICOLO USCITO SUL QUOTIDIANO DA CARPIGNANO SALENTINO

L’associazione “Mollare mai” di Adriano Bolognese di Serrano, che invita a non arrendersi mai, a non pensare che la vita si chiuda nel buio della disabilità, promuove le attività partecipando in questi giorni ai marcatini natalizzi.

Il presidente dell’associazione Adriano Bolognese oggi ha 41 anni, ma sette anni fa è stato costretto a fare i conti con una vita che non era la sua: non è stato facile per lui, sportivo, campione Italiano, provinciale e regionale di montain bike, ritrovarsi all’improvviso a dipendere dagli altri e a muoversi su carrozzina.

Dopo un periodo buio, una mattina, grazie al sostegno della moglie che non l’ha mai abbandonato, è riuschito a capire che in fondo una possibilità c’è sempre, basta non “Mollare mai”.

Nome che ha voluto dare all’associazione nata ad ottobre 2017, per aiutare gli altri, per diffondere i benefici dello sport e dimostrare che ognuno può fare attività fisica. 

“sono diventato atleta paraolimpico e per me – racconta Adriano – è importante riuscire a ridare il sorriso a chi sta nelle mie condizioni, ma è solo e sfiducioso”

“Mollare mai” tiene dei corsi per imparare l’uso corretto della carrozzina, “perché sono in pochi a farlo correttamente e in tantissimi a non sapere come si usa veramente una carrozzina” 

Nella nostra associazione – racconta Adriano – ci sono ragazzi provenienti da tutta la provincia di Lecce. Vorremmo una struttura tutta nostra, perchè ora siamo ospitati a Martano. Ci servirebbe anche un pulmino per gli spostamenti, ma sopratutto qualcuno che prenda a cuore la nostra causa, per non sentirci emarginati”. 

A.M.V 

PERCHE’ LO SPORT E’ UN DIRITTO DI TUTTI

“TUTTI POSSONO ED OGNUNO PUO'”

GALLERY